Osservatorio

Icon

Agenda Digitale

Gruppo di Lavoro

Descrizione

L’Osservatorio Agenda Digitale, giunto alla sesta edizione, mira ad offrire ai Decision Maker modelli interpretativi, strumenti fondati su solide evidenze empiriche e spazi di confronto per attuare le opportunità offerte dall’Innovazione Digitale in relazione ad alcuni grandi temi che condizionano la competitività del Paese (efficienza della PA, lotta all’evasione fiscale, sostegno allo sviluppo, ecc.). L’Osservatorio intende essere un «luogo» qualificato, indipendente, duraturo e stabile nel tempo in cui sviluppare il dialogo tra mondo dell'innovazione Digitale e quello della Politica, del Governo e della PA. 



Attività

Le attività previste dall’Osservatorio per il 2019 sono:

 

  • una Ricerca sul campo che coinvolgerà i referenti chiave del mondo della PA e delle imprese;
  • quattro Workshop di approfondimento, che prevedono la partecipazione esclusiva dei Partner dell’Osservatorio, di interlocutori pertinenti della PA e del mondo privato, dell’Advisory Board dell’Osservatorio con esponenti chiave di Politica, Governo, PA centrale e locale;
  • un Convegno pubblico di presentazione dei risultati della Ricerca con tavole rotonde e interventi dei principali protagonisti del mondo della PA e delle imprese, approfondimenti di esperienze concrete di innovazione e la consegna dei "Premi Agenda Digitale"
  • una comunicazione intensa dei risultati conseguiti attraverso i Media.


I Premi Agenda Digitale

 

Allo scopo di valorizzare e diffondere le buone pratiche di innovazione, l’Osservatorio Agenda Digitale promuove per il quinto anno i “Premi Agenda Digitale”, un'iniziativa nata per sostenere la cultura dell'innovazione digitale nel nostro Paese e generare un meccanismo virtuoso di condivisione delle esperienze eccellenti.


Le aziende e le Pubbliche Amministrazioni che hanno migliorato il proprio business attraverso l'utilizzo delle tecnologie digitali riceveranno un premio che sarà assegnato il giorno del Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca.

 

Scopri tutte le informazioni sui Premi Agenda Digitale

 

Advisory Board

L’Advisory Board è un organo consultivo che raggruppa figure apicali delle maggiori istituzioni impegnate, a livello locale e nazionale, nell’attuazione dell’Agenda Digitale, con lo scopo di promuovere lo scambio di esperienze in logica pre-competitiva, condividere problemi e soluzioni, nonché di supportare il team di Ricerca nell’individuazione delle direttrici di sviluppo della ricerca e di interpretazione dei principali risultati. Obiettivo ultimo è quello di diventare un organo stabile che contribuisca a spingere il sistema Paese verso una più significativa e matura digitalizzazione.

Membri dell'Advisory Board

Ricerca

L’attuazione dell’Agenda Digitale italiana pone al centro diversi attori chiave (cittadini, Pubblica Amministrazione e provider di soluzioni digitali). In un contesto politico ancora instabile l’Osservatorio si pone come un punto di riferimento terzo e stabile in grado di portare all’attenzione della politica il punto di vista di tutti questi stakeholders e sottolineare l’importanza dello sviluppo digitale per l’intero sistema Paese. L’obiettivo ultimo di questa edizione è quello di provare a dare indicazioni al nuovo governo per fare in modo che tutti gli sforzi fatti in questi anni non vengano vanificati.

 

Nell’ambito della Ricerca 2019 l’Osservatorio si propone di studiare e approfondire le seguenti tematiche:

 

  • Attuazione: in continuità con la Ricerca condotta gli anni precedenti, il filone si propone di completare il monitoraggio fatto dal DESI con un modello che aiuti nell’identificazione delle priorità di intervento. La Ricerca si concentrerà sul raffinamento di un framework estensivo di indicatori e sul benchmarking con altri Paesi europei per identificare le priorità da perseguire per migliorare il livello di digitalizzazione dell’Italia. Il monitoraggio riguarderà anche l’attuazione e a livello regionale con l’affinamento del DESI Regionale. Saranno inoltre indagate l’attuazione del Piano triennale e le risorse economiche disponibili dalla nuova programmazione quadro.
  • Innovazione: al fine di comprendere le innovazioni digitali che potrebbero caratterizzare la PA italiana nel prossimo futuro e produrre indicazioni strategiche ad attori istituzionali, PA e al sistema di offerta su come cogliere le opportunità di innovazione digitale più dirompenti sarà effettuato il censimento dell’ecosistema di startup che lavorano con la PA, delle soluzioni applicative di blockchain e di Intelligenza Artificiale in ambito pubblico, oltre che il monitoraggio della diffusione delle iniziative di Smart Working in ambito pubblico in Italia e all’estero.
  • Switch-off: il filone è volto a comprendere come implementare efficaci strategie di switch-off (da analogico a digitale) nell’erogazione di servizi pubblici ai cittadini. È prevista l’erogazione di una survey ai Comuni italiani volta a: fotografare il livello di digitalizzazione dei loro processi di front-office e back-office, analizzare le dinamiche di interazione dei Comuni col territorio e valutare il livello di avanzamento rispetto alle iniziative richieste dal Piano Triennale. Saranno condotti inoltre studi di caso per comprendere le variabili chiave da considerare e stimare i benefici ottenuti da efficaci iniziative di switch-off e il supporto offerto da Regioni e Province.
  • Procurement: la Ricerca su questo filone si propone di valutare criticamente l’adeguatezza del sistema di offerta di innovazione digitale orientato alle PA italiane per dare indicazioni su come impostare efficacemente i processi di procurement pubblico affinché accelerino e non frenino l’attuazione dell’Agenda Digitale. È prevista la tassonomia delle diverse imprese che offrono soluzioni digitali, l’analisi delle gare Consip per l’Agenda Digitale, delle gare pubbliche di soluzioni digitali e del recepimento dei provvedimenti attuativi del Codice dei contratti pubblici. Saranno inoltre approfonditi l’impiego di strumenti di procurement innovativo e gli scenari di interazione tra domanda e offerta di soluzioni digitali nella PA.

Infografica

Comunicato stampa

L’Agenda Digitale finalmente accelera, ma l’Italia...

Vai al comunicato

Guida Digitale

Sostieni l’Osservatorio

Oltre 300 Aziende ogni anno scelgono di sostenere le ricerche e partecipare alle attività degli Osservatori Digital Innovation, entrando in contatto diretto con i decision maker del mondo aziendale, istituzionale ed accademico. Diventa nostro Partner!

Contattaci

Sostenitori

L'edizione 2019 dell'Osservatorio Agenda Digitale è realizzata in collaborazione con Agendadigitale.eu, AgID, Baker&McKenzie, CEFRIEL, ContrattiPubblici.org, FPA, iProc, P4I, Pandora Consulting, SemplicePA, Studio Legale Leone, Team per la Trasformazione Digitale; con il supporto di Almaviva, Dedagroup, DXC, Intesa Sanpaolo, Poste Italiane, ProgettieSoluzioni, Rai - Rai Pubblicità, Studio Storti; Aruba Enterprise, EasyGov, Leonardo, Sia, Sisal; con il patrocinio di ANORC, ANPAL, ASPAL, Assinter Italia, CISIS, ClubTI, Confindustria Digitale, Formez PA, INAPP, IPZS S.p.A., ISTAT, Itaca, Provincia Autonoma di Trento, Regione Autonoma Valle d’Aosta, Regione Basilicata, Regione Lazio, Regione Liguria, Regione Piemonte, Regione Puglia, Regione Sardegna, Regione Toscana, Regione Veneto, Unioncamere.

 

Se si desidera avere maggiori informazioni sulla possibilità di collaborare e supportare le ricerche dell’Osservatorio Agenda Digitale, contattare contattare l'Ing. Luca Gastaldi (email: luca.gastaldi@polimi.it).


In collaborazione con:
Sponsor: