Report

Icon

Industria 4.0: approccio organizzativo, competenze e persone

110,00 €
+iva

Per accedere a tutte le pubblicazioni abbonati

Informazioni

  • Data 15 ottobre 2019
  • Osservatorio Industria 4.0
  • Lingua Italiano
  • Pagine 35

Risponde a...

  • Qual è l’impatto delle tecnologie 4.0 sull’organizzazione? Quali sono le dimensioni maggiormente coinvolte?
  • Come cambiano i modelli organizzativi con l’introduzione di tecnologie 4.0?
  • Quanto e come le aziende italiane tengono conto degli aspetti organizzativi nei progetti 4.0? Quali sono gli attori coinvolti?
  • Come possono essere descritti i livelli di padronanza delle competenze per Industria 4.0?
  • Quali sono i metodi di valutazione delle competenze maggiormente adottati dalle aziende italiane?
  • Quali sono gli approcci per lo sviluppo delle competenze utilizzati dalle aziende italiane?

Descrizione

Il Report presenta uno spaccato della trasformazione delle imprese italiane verso Industria 4.0, con riferimento ai cambiamenti dell’organizzazione e delle competenze.
In particolare, sul tema dell’Organizzazione 4.0 il report fornisce una prima mappatura dei diversi modelli organizzativi abilitati dalle tecnologie 4.0, prendendo l'approccio socio-tecnico come riferimento. Inoltre, si indaga il livello di consapevolezza relativa agli impatti organizzativi delle tecnologie 4.0 e alla gestione dei progetti di innovazione 4.0 da parte delle aziende manifatturiere italiane, con un focus particolare su quali sono gli attori coinvolti e in quali fasi di progetto. Con riferimento alle competenze per Industria 4.0, in continuità con le edizioni passate, il report fornisce una prima descrizione-quadro delle competenze necessarie per l’implementazione di alcune tecnologie 4.0 e i relativi livelli di padronanza. In aggiunta, si offre una fotografia di come le aziende manifatturiere italiane stiano affrontando il tema della valutazione e dello sviluppo delle competenze 4.0.

Indice

  1. Gli aspetti organizzativi dell'Industria 4.0
  2. Le competenze per Industria 4.0
  3. Conclusioni