Slide Booklet

Icon

Fattura elettronica: le dinamiche dall’entrata in vigore

110,00 €
+iva

Per accedere a tutte le pubblicazioni abbonati

Informazioni

Risponde a...

  • Perché la fattura elettronica può dare un contributo di sostanza allo sviluppo del Paese?
  • Quali sono i canali che si dimostrano più efficaci nella trasmissione della fattura elettronica?
  • Quali aree geografiche e settori merceologici hanno emesso più fatture nei primi otto mesi dall’entrata in vigore dell’obbligo?
  • Quali modelli adottano le grandi imprese per la gestione della fattura elettronica all’interno del ciclo attivo, del ciclo passivo e della conservazione digitale?
  • Qual è la mappa europea di adozione della fattura elettronica?

Descrizione

1 gennaio 2019: entra in vigore l’obbligo della fattura elettronica tra privati, dopo che sei mesi prima il settore dei carburanti ha fatto da apripista (1 luglio 2018). Un provvedimento che va ben oltre l’adempimento fiscale e gli obiettivi – nobili – di ridu¬zione di quei 40 miliardi di evasione IVA che gravano come un macigno sui conti dello stato. Gli effetti, visibili nel corso degli anni, parlano di uno snellimento delle procedure amministrative e di un alleggerimento degli adempimenti fiscali ma, soprattutto, di un contributo alla competitività delle imprese.
Processi più snelli, grazie all’innesco di una digitalizzazione diffusa e non più limitata alla sola dematerializzazione documentale, portano a livelli di efficienza superiore – da leggersi come una crescente possibilità di difendere i margini a parità di ricavi - e al dialogo virtuoso all’interno di più vasti ecosistemi ai quali appartengono clienti, fornitori, istituti di credito, pubblica amministrazione e così via. Attraverso il digitale le aziende possono ritagliarsi un ruolo di volano di efficienza che genera benefici di sistema e non solamente personali.
Non è, quindi, importante sottolineare che per il 2019 è previsto il raggiungimento di circa due miliardi di fatture elettroniche, ma evidenziare che circa l’8% delle aziende non obbligate ha aderito volontariamente alla fattura elettronica, percependo l’importanza di digitalizzarsi non solo per sé ma anche per evitare di isolarsi da un sistema più ampio che usa paradigmi più evoluti.

Indice

  1. Perchè la fattura elettronica B2B
  2. I numeri della fattura elettronica B2b
  3. La fattura elettronica nei processi gestionali
  4. La fattura elettronica in Europa, un primato che parla italiano
  5. Sintesi finale