Report

Icon

L’evoluzione delle tecnologie IoT: l’integrazione passa per il Cloud

110,00 €
+iva

Per accedere a tutte le pubblicazioni abbonati

Informazioni

  • Data 12 giugno 2017
  • Osservatorio Internet of Things
  • Lingua Italiano
  • Pagine 32
  • Tipologia Technology Insight

Risponde a...

  • Quali sono le principali novità relative a sensori e dispositivi per l'IoT, a livello hardware e software?
  • Quali sono le principali evoluzioni dei protocolli long-range per l'Internet of Things? Quali reti sono già diffuse in Italia?
  • Come stanno evolvendo gli standard e i protocolli di comunicazione short-range per meglio rispondere alle esigenze del mondo IoT?
  • A che punto è arrivata l'offerta di piattaforme software abilitanti per l'IoT? Quali sono i driver più importanti per la loro adozione?
  • Come viene affrontata la questione della interoperabilità? Qual è il ruolo di sistemi operativi embedded, di alleanze/consorzi e di nuove interfacce utente lanciate in ambito Smart Home?

Descrizione

Il 2016 è stato un anno di maturazione per l’Internet of Things, non solo dal punto di vista del mercato, ma anche da quello delle tecnologie abilitanti, che hanno fatto registrare evoluzioni importanti.

Per quanto concerne i dispositivi e i sensori IoT, si nota un aumento importante in termini di intelligenza a bordo (“smartness”) e versatilità: aumento della capacità computazionale, sistemi operativi dedicati, integrazione a livello hardware, riduzione di costi e consumi energetici ampliano le possibilità di sviluppo e avvicinano l’Internet of Things al mondo Internet classico.

Per quanto riguarda la connettività, i tradizionali protocolli a corto raggio evolvono incrementalmente verso l’Internet of Things, mentre tra quelli a lungo raggio irrompono con decisione le soluzioni LPWA (Low Power Wide Area) su frequenze non licenziate anche in Italia, nell’attesa che arrivino anche le reti Narrow-Band IoT (NB-IoT).

Il tema delle piattaforme abilitanti rimane molto caldo: in un contesto in piena espansione, dove la differenza tra le soluzioni tende ad appiattirsi, la scelta è guidata dall’ecosistema costruito attorno alle piattaforme e dagli strumenti a supporto degli sviluppatori.

La questione dell’interoperabilità, che è centrale per l’adozione delle soluzioni IoT in alcuni contesti, in primis quello della Smart Home, viene affrontata a vari livelli: interfacce utente, alleanze, servizi cloud, con approcci molto diversi e (ancora) senza un chiaro vincitore.

Indice

  1. Introduzione
  2. L'evoluzione di dispositivi e sensori per l'Internet of Things
    2.1 I principali trend a livello hardware
    2.2 La crescita dei sistemi operativi embedded
  3. 3. Protocolli di comunicazione emergenti: tecnologie, business model ed ecosistemi
    3.1 Le tecnologie Short-Range
    3.2 Le tecnologie Long-Range: LPWA e NB-IoT
  4. Le piattaforme software e gli ecosistemi
  5. Approcci all'interoperabilità
    5.1 Alleanze e consorzi
    5.2 Gli ecosistemi degli OTT
    5.3 Interfacce utente e cloud