Report

Icon

Internet Media: lo scenario del mercato italiano e i trend in atto

110,00 €
+iva

Per accedere a tutte le pubblicazioni abbonati

Informazioni

  • Data 11 luglio 2018
  • Osservatorio Internet Media
  • Lingua Italiano
  • Pagine 14
  • Funzione Marketing/Comunicazione
  • Tipologia Business Scenario

Risponde a...

  • Quanto vale il mercato degli Internet Media (advertising e pay) in Italia a fine 2017 e quali sono i principali trend in atto? Quali sono le prime previsioni per il 2018?
  • Che ruolo hanno i diversi formati pubblicitari (display, video, search, classi ed, email...) nello scenario italiano dell'Internet advertising?
  • Com’è composto il mercato degli Internet Media a pagamento?
  • Quali sono le opportunità̀ per le Media Company?

Descrizione

Il mercato degli Internet Media (advertising e pay) cresce anche nel 2017: +14%. A trainare la crescita è in particolare la componente pubblicitaria, che vale quasi 2,7 miliardi di euro e incide per il 93% del totale. Il canale online è dunque ormai da diversi anni saldamente al secondo posto del media mix pubblicitario, guadagnando quote anche a discapito della raccolta televisiva.
La pubblicità su Internet, così rilevante per l’intero mondo della comunicazione, è però controllata nella sostanza da due attori: Google e Facebook. L’Internet advertising è un mercato iper-concentrato, all’interno del quale gli Over The Top (OTT) detengono oltre il 70% di quota di mercato e, mai come quest’anno, sono responsabili di quasi la totalità della crescita del settore.
Il restante 7% degli Internet Media è legato alla vendita di contenuti a pagamento: raggiungono quasi i 200 milioni di euro e, nonostante l’incremento del 25% rispetto al 2016, la market share di questo canale nei confronti degli altri mezzi rimane marginale.

Indice

  1. Il mercato dei media in Italia: la dinamica dei diversi mezzi
  2. Internet advertising: le dinamiche in atto e le sfide per il futuro
  3. Internet media a pagamento: prima video, poi musica e news
  4. Come si muovono le media company?