Slide Booklet

Icon

Startup Fintech: le opportunità per guidare la trasformazione digitale

110,00 €
+iva

Per accedere a tutte le pubblicazioni abbonati

Informazioni

  • Data 02 maggio 2017
  • Osservatorio Fintech & Insurtech
  • Lingua Italiano
  • Pagine 21
  • Tipologia Startup Insight
  • Tema Startup

Risponde a...

  • Quali sono le startup Fintech internazionali che sono state finanziate negli ultimi due anni?
  • Quali sono gli ambiti applicativi in cui sono maggiormente attive le startup Fintech?
  • A quali tipologie di clienti indirizzano la propria offerta le startup Fintech? Direttamente al consumatore finale oppure alle banche?
  • Su quali fasi della value chain bancaria impattano i servizi offerti dalle startup Fintech?
  • Quali fattori influenzano il successo delle startup Fintech?
  • Quali sono le principali opportunità create dalle startup Fintech per le banche?

Descrizione

Il digitale ha rivoluzionato il settore finanziario, sia in termini di attori coinvolti, sia di strumenti a loro disposizione. Per un istituto finanziario, la gestione del cambiamento portato dal digitale non può prescindere dal monitoraggio e dall’acquisizione di valore dai nuovi attori e dall’elaborazione di una strategia di utilizzo degli strumenti che il digitale mette a disposizione. È necessaria, quindi, una Ricerca sugli attori della competizione allargata che contraddistingue questo momento storico del mondo finanziario. Forniamo, in particolare, una panoramica delle startup Fintech a livello internazionale e delle loro principali caratteristiche. Nella nostra analisi abbiamo censito 730 startup che hanno ricevuto un finanziamento di oltre 1 milione di dollari, per un totale di quasi 26 miliardi di dollari di finanziamenti. Un movimento di energie dinamiche con a disposizione ingenti risorse che, anche se spesso rivolto a disintermediare gli incumbent, mette a disposizione del mondo finanziario soluzioni e capacità propositive rilevanti (nelle idee, nelle persone, nella sperimentazione, nei business model, ecc.). Non mancano infatti le partnership tra le startup e gli attori tradizionali, con 1 startup su 3 che ne ha avviata almeno una. Una collaborazione strategica che può permettere a un istituto finanziario di innovarsi in tempi più rapidi, testando nuove strade con investimenti più limitati. Le startup hanno il vantaggio di poter sfruttare alcune leve differenziali quali ad esempio la possibilità di operare senza la necessità di avere una rete fisica sul territorio e l’opportunità di sfruttare in maniera nativa la grande mole di dati che raccolgono, oppure di potersi muovere con maggiore facilità all’interno delle zone grigie della regolamentazione.

Indice

  1. Il contesto di riferimento
  2. La distribuzione delle startup per tipologia di servizi offerti
  3. Alcuni fattori di successo