Video e Atto Webinar

Icon

Nuova PdR UNINFO e schemi utilizzabili per le certificazioni ex articolo 42 del GDPR

190,00 €
+iva

Per vedere tutti i Workshop e Webinar fai l'abbonamento Full Premium Pass

Informazioni

Risponde a...

  • Ha senso seguire percorsi di certificazione, non basta il Regolamento?
  • Cosa ci dobbiamo aspettare nel prossimo futuro in tema di certificazioni legate al GDPR?
  • Come verrà recepito lo schema in Europa, ma soprattutto cosa ne diranno le Autorità per la protezione dei dati?
  • Da chi, come e con che benefici può essere applicato lo schema definito nella Prassi di Riferimento UNINFO?

Descrizione

Le richieste di certificazione di prodotti e servizi collegati alla protezione dei dati personali stanno crescendo in modo esponenziale e, in mancanza di indicazioni dall'alto, il mercato rimane in attesa. Diverse iniziative internazionali coprono o copriranno solo in parte le esigenze del mercato, motivo per cui si è deciso di stilare un documento normativo liberamente accessibile a tutti come una Prassi di Riferimento UNINFO. Questo costituisce tuttavia soltanto il primo (seppur importante) passo per arrivare a quanto prescritto dall'articolo 42 del GDPR.

Relatori

Fabio Guasconi
Laureato in Informatica, opera dal 2003 nella consulenza su sicurezza delle informazioni e privacy, con focus sui temi di analisi del rischio, di organizzazione della sicurezza e di conformità a norme internazionali, cui contribuisce direttamente. Certificato CISA, CISM, ITIL e ISFS, è auditor ISO 9001 e ISO/IEC 27001, di cui ha curato le traduzioni in italiano. Coautore del quaderno CLUSIT sulle certificazioni professionali e sullo standard PCI-DSS, è un QSA e partecipa regolarmente ad eventi e pubblicazioni sulla sicurezza. Ha coordinato la stesura delle norme della serie UNI 11621 sui profili professionali per la sicurezza delle informazioni e per la privacy. Presiede il comitato italiano mirror di ISO/IEC JTC 1 SC 27 in UNINFO dal 2008 e ne è membro del direttivo dal 2009, così come per l’associazione italiana per la sicurezza informatica CLUSIT dal 2012. È co-fondatore e presidente dell'azienda di consulenza BL4CKSWAN S.r.l.