Video e Atto Workshop

Icon

Il controllo sull'utilizzo delle strumentazioni informatiche: i poteri ed i limiti del datore di lavoro

490,00 €
+iva

Per vedere tutti i Workshop e Webinar fai l'abbonamento Full Premium Pass

Informazioni

Risponde a...

  • Quali tipi di apparecchiature per il controllo dei lavoratori è possibile utilizzare?
  • Quali limiti impone la normativa in materia di trattamento dei dati personali?
  • Quali limiti impone la normativa sindacale?
  • Quali controlli difensivi è possibile porre in essere?
  • Per quali fini posso utilizzare le prove raccolte?
  • Come occorre scrivere i rapporti disciplinari interni?

Descrizione

Il Workshop si pone l'obiettivo di approfondire i temi legali sottostanti all'utilizzo delle tecnologie in azienda, dal punto di vista delle possibilità e dei limiti che il datore di lavoro deve rispettare nel controllo del loro utilizzo da parte dei lavoratori. In particolare, verranno analizzate le indicazioni fornite nel tempo dal Garante per la protezione dei dati personali e dalla giurisprudenza in particolare della Corte di Cassazione, approfondendo in modo puntuale l'argomento degli illeciti posti in essere nell'ambito della attività lavorativa e dei conseguenti possibili controlli difensivi. La sessione viene completata dall'analisi della nuova formulazione dell'articolo 4 dello Statuto dei lavoratori (legge 300 del 1970) che nel settembre 2015 è stato completamente rivisto, nell'ambito del decreto attuativo del Jobs Act.

Relatori

Maria Cristina Daga
È specializzata in contrattualistica in ambito ICT e contrattualistica ambito consumeristico. Si occupa inoltre di protezione dei dati personali e degli aspetti legali della sicurezza informatica e dell’evoluzione tecnologica. È autrice di numerosi articoli e ha partecipato come relatrice in diversi convegni, seminari e workshop nel settore della protezione dati, del marketing, della sicurezza informatica, anche in ambito sanitario.


Andrea Reghelin
Avvocato, dopo una specializzazione in organizzazione d’impresa e tecnologie dell’informazione, svolge dal 2004 l’attività di consulente direzionale nei settori del diritto dell’informatica e della responsabilità amministrativa degli enti. Perfezionatosi presso l’Università degli Studi di Milano in “Computer forensics e investigazioni digitali” supporta le aziende nell’implementazione dei sistemi di controllo di natura informatica nel rispetto delle normative vigenti. Ha inoltre partecipato a numerosi progetti di adeguamento al d.lgs. 231/2001, anche in realtà multinazionali, trattando gli aspetti legali connessi alla compliance. Si occupa inoltre di formazione aziendale sulle tematiche di competenza ed è autore di svariati articoli pubblicati su riviste specializzate.