Business Case

Icon

Dematerializzazione e firme elettroniche: l’efficienza nella gestione del ciclo attivo secondo Fabbi Imola

FREE

Per scaricare il business case registrati al sito

Informazioni

  • Data 28 maggio 2013
  • Osservatorio Fatturazione Elettronica & eCommerce B2b
  • Lingua Italiano
  • Funzione Amministrazione/Finanza/Controllo Marketing/Comunicazione Sistemi Informativi Operation
  • Settore Materiale Elettrico
  • Azienda Fabbi Imola

Descrizione

Fabbi Imola ha intrapreso un percorso di dematerializzazione del ciclo attivo. L'azienda si è poi concentrata sulla raccolta delle firme autografe, in modalità elettronica, a prova dell'avvenuta consegna della merce, attraverso tablet e pendad. Questo insieme di soluzioni volte alla digitalizzazione dei processi ha permesso a Fabbi di ottenere una significativa riduzione dei costi e dei tempi per la produzione, archiviazione e ricerca dei documenti, oltre a rivelarsi propedeutico all'introduzione, futura, della Conservazione Sostitutiva nell'ottica di ridurre gli archivi cartacei.

Scopri anche...

Report Icon
Report: 31.07.2018

Le principali novità del CAD riformato

La produzione legislativa italiana in materia di digitale rappresenta da sempre un freno al progresso digitale del nostro Paese. Dal 2012 si sono succeduti diversi tentativi di dare (...)

Webinar Icon
Webinar: 19.12.2018

Lo scenario italiano sulla Fatturazione Elettronica: una fotografia aggiornata da parte dell’Osservatorio Fatturazione Elettronica & eCommerce B2b

L’introduzione della fatturazione elettronica obbligatoria in Italia è alle porte. Il 1° gennaio 2019 rappresenta un momento chiave per la digitalizzazione del Paese, (...)

Abbonati