Slide Booklet

Icon

Il ciclo virtuoso del cibo: come trasformare lo spreco in valore

110,00 €
+iva

Per accedere a tutte le pubblicazioni abbonati

Informazioni

  • Data 08 febbraio 2019
  • Osservatorio Food Sustainability
  • Lingua Italiano
  • Pagine 57
  • Tipologia Business Scenario

Risponde a...

  • Come si traduce il paradigma dell'economia circolare nel settore agroalimentare?
  • Quali sono le pratiche innovative di prevenzione e gestione delle eccedenze alimentari che possono essere implementate nei diversi stadi della filiera?
  • Quali sono le principali barriere e i driver all’adozione delle diverse pratiche lungo la filiera?
  • Che ruolo gioca la collaborazione nel processo di riduzione dello spreco? Quali sono le barriere e i vantaggi della collaborazione?

Descrizione

Assistiamo al drammatico paradosso tra povertà alimentare e spreco di cibo, una delle sfide più sentite del settore agroalimentare. Sono 815 milioni le persone che soffrono la fame nel mondo, mentre 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, pari a 1/3 del cibo prodotto ogni anno, vengono sprecate. Anche in Italia sprechiamo circa 5,1 milioni di tonnellate di cibo all’anno, mentre più di 4 milioni e mezzo di persone vivono in condizioni di povertà. Le imprese agri-food si stanno attivando per affrontare il problema dello spreco in una prospettiva di economia circolare, introducendo chiare priorità d’intervento ed esplorando soluzioni innovative per la prevenzione e la gestione delle eccedenze: dall’uso di nuovi materiali di imballaggio per estendere la durata di vita dei prodotti; a nuove tecnologie digitali per ottimizzare i processi aziendali e migliorare la gestione delle scorte alimentari; al diffondersi delle donazioni di alimenti in eccedenza da parte degli attori della filiera a favore delle organizzazioni non-profit. Tuttavia, ci sono ambiti ancora poco battuti, dove sono maggiori i vincoli e le barriere all’implementazione di soluzioni di riduzione dello spreco. Per poter superare le barriere esistenti di prodotto, organizzative e/o di contesto, tali soluzioni devono coniugare innovazioni tecnologiche, sforzi di collaborazione e razionalizzazioni dei processi e dei modelli di business, coinvolgendo attori della filiera e partner intersettoriali in un’ottica di sistema.

Indice

  1. Il ciclo virtuoso del cibo: la Food Waste Hierarchy
  2. Dalla Food Waste Hierarchy alle pratiche di filiera
  3. Best practice a confronto lungo la filiera: Produttori
  4. Best practice a confronto lungo la filiera: Trasformatori
  5. Best practice a confronto lungo la filiera: Retailer
  6. Best practice a confronto lungo la filiera: Food Service
  7. Le prossime sfide per chiudere il ciclo virtuoso del cibo