Convegno

Icon

Big Tech sotto attacco: il dibattito in corso. Imprese da ammirare per come hanno innovato la nostra vita o pericolosi monopolisti da combattere?

26 marzo 2019

FREE

Per iscriverti al Convegno Accedi/Registrati al sito
Per vedere in streaming tutti i convegni e avere gli atti abbonati

Informazioni

  • Data 26 marzo 2019
    dalle 17:30 alle 19:30
  • Lingua Italiano
  • Presso Aula Magna Carassa e Dadda, edificio BL.28, via Lambruschini 4, campus Bovisa, 20156, Milano (MI)
  • Contatti Jessica Pluchino
    jessica.pluchino@polimi.it

Risponde a...

  • Il peso delle big tech nell'economia e nella finanza mondiale
  • Le principali accuse (più o meno giustificate) a esse rivolte e i principali correttivi da esse adottati
  • Il dibattito sulla necessità di una regolamentazione innovativa
  • Le misure di più recente approvazione nelle diverse aree del mondo: differenze e connessioni con gli interessi locali
  • La situazione e le prospettive nel nostro Paese

Descrizione

La digitalizzazione ha avuto – soprattutto nell’ultimo decennio - e continua ad avere un impatto di grandissima rilevanza sull’economia e sulla finanza, sull’organizzazione della società e sui nostri stili di vita. Ha stimolato la nascita di beni, servizi e business model fortemente innovativi, in molti casi portati avanti da imprese di nuova costituzione. Ha favorito lo sviluppo di nuovi mercati, spesso naturalmente tendenti alla concentrazione. È stata in diversi comparti un fattore di disruption degli equilibri esistenti e delle imprese in essi operanti, mentre in altri gli incumbent (esemplare il caso di Walmart) hanno puntato sulla digital transformation per aumentare la loro competitività, anche attraverso la messa a punto di modelli misti online-offline.

Il successo ha proiettato ai vertici mondiali – nella classifica per capitalizzazione di Borsa – i maggiori protagonisti del processo di digitalizzazione. Quattro big tech (Microsoft, Amazon, Apple e Alphabet-Google) occupano i primi quattro posti, altre tre (Facebook, Alibaba e Tencent) si collocano fra le top-8 e Samsung non è lontana. Con valori più bassi, ma attuali protagoniste nei loro comparti, possono essere citate fra le altre Netflix, PayPal, Booking, Spotify, per certi versi Tesla, nonché (fra le non quotate) Uber e Airbnb.  

 

Ma accanto all’ammirazione per le innovazioni digitali e per le imprese che ci hanno messo a disposizione strumenti e servizi prima inimmaginabili, si sta manifestando una crescente inquietudine - più o meno giustificata - della società sia nei riguardi dell’impatto delle nuove tecnologie digitali e degli squilibri (ad esempio in tema di occupazione e distribuzione del reddito) che esse possono generare sia in relazione ai comportamenti delle big tech, non sempre attente al rispetto delle regole e delle sensibilità sociali.

 

Tra le maggiori preoccupazioni: la possibile violazione della privacy; la crescita delle fake news, trainata dai social network, e il loro impatto sulle scelte politiche; la scarsa trasparenza degli algoritmi, sempre più dominanti nella nostra vita, che potrebbe diventare ancora più critica con l’evolvere dell’intelligenza artificiale; la tendenza naturale all’oligopolio (o addirittura al monopolio) in molti comparti digitalizzati e l’emergere di abusi da posizione dominante; l’uso disinvolto dell’elusione fiscale, talora al confine con l’evasione, con l’acquisizione impropria di vantaggi competitivi; la cybersecurity, sempre più a rischio con il crescere delle interconnessioni. 

Con l’approccio all’analisi e alla comprensione della realtà tipico degli Osservatori Digital Innovation, l’evento vuole fornire un quadro di sintesi – il più possibile obiettivo - sul dibattito in corso a livello internazionale, sulle recenti decisioni assunte nelle diverse aree del mondo in tema di regolamentazione, sui correttivi adottati dalle principali imprese per ridurre la pressione nei loro confronti, sulla situazione e sulle prospettive nel nostro Paese.

Per poi proseguire la discussione con un dibattito che coinvolgerà, accanto ad alcune big tech, membri dell’accademia e delle istituzioni. 

 


I Digital Innovation Talks

Con il ciclo dei "Digital Innovation Talks", gli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano intendono integrare l'approccio tradizionale degli Osservatori (ormai oltre trenta) - verticale e molto attento alle tematiche specifiche emergenti - con una visione orizzontale d'insieme, volta ad affrontare le tematiche trasversali comuni: tipicamente quelle relative da un lato all'impatto della digitalizzazione sull'economia e sulla società (lavoro, concorrenza, fisco, privacy, security, ambiente, …) e dall'altro alle reazioni della politica e dei soggetti coinvolti a innovazioni che impongono cambiamenti spesso profondi nelle regole e nell'organizzazione sociale. Perché i Talks? Perché pensiamo che la capacità di affrontare questa tipologia di problemi sarà sempre più determinante, per i top manager privati e gli alti dirigenti pubblici, per il successo delle loro imprese e istituzioni. Perché pensiamo che la sensibilizzazione su questi aspetti non sia tempo perso nemmeno per chi al momento ha responsabilità limitate, ma che possa anzi essere d'aiuto per le future carriere.

Programma

  • 17.00 Registrazione
  • 17.30 Apre i lavori e coordina il dibattito
    Alessandro Perego - Direttore Dipartimento di Ingegneria Gestionale Politecnico di Milano; Direttore Scientifico Osservatori Digital Innovation

    Keynote speech
    Umberto Bertelè - Professore emerito di Strategia di Impresa; Chairman Osservatori Digital Innovation

    Dibattono
    Giampio Bracchi - Professore emerito di Imprese Digitali; past Presidente Fondazione Politecnico
    Francesco Caio - Presidente Saipem
    Federico Fubini - ViceDirettore Corriere della Sera
    Pietro Guindani - Presidente Assotelecomunicazioni; Presidente Vodafone Italia
    Sergio Mariotti - Professore ordinario di Economia dei Sistemi industriali
    Cristiano Radaelli - VicePresidente vicario Anitec-Assinform; Presidente Metlac
  • 19.30 Chiusura dei lavori

Come raggiungere l'evento

Apri con Google Maps

Sponsorship opportunities

Oltre 300 Aziende ogni anno scelgono di partecipare alle attività degli Osservatori Digital Innovation, entrando in contatto diretto con i decision maker del mondo aziendale, istituzionale ed accademico

Per maggiori dettagli