Video e Atto Webinar

Icon

Tools e processi per l’Open Innovation

190,00 €
+iva

Per vedere tutti i Workshop e Webinar fai l'abbonamento Full Premium Pass

Informazioni

Risponde a...

  • Come cambiano gli attori fonti di stimolo e informazioni per l'Innovazione Digitale?
  • Quali azioni stanno intraprendendo le imprese per incorporare stimoli di innovazione esterna ed esternalizzare innovazione interna (Open Innovation)?
  • Che ruolo hanno le startup per le imprese tradizionali?

Descrizione

Il cambio del ruolo e dei confini dell’Innovazione Digitale nelle imprese ha un impatto rilevante non solo sui sistemi di governance, ma anche sulla costruzione dei progetti e sui modelli di sourcing. Il processo di innovazione deve diventare più agile, interattivo e aperto ad attori esterni, che comprendano non solo i tradizionali fornitori di tecnologie e servizi ICT ma anche startup, Centri di Ricerca, clienti guida e persino concorrenti. È il paradigma della cosiddetta Open Innovation: non più solo moda o appannaggio di poche imprese innovative, ma riferimento concreto per imprese consolidate di ogni settore economico anche in Italia.

Le ragioni dell’accelerazione di questo fenomeno nel nostro Paese sono molteplici. Da un lato, nonostante le dimensioni in valore assoluto siano ancora ridotte, l’ecosistema delle startup hi-tech nazionale sta assumendo maggiore visibilità e credibilità. Dall’altro, a fronte del cambiamento di confini e rilevanza strategica dell’Innovazione Digitale, appare sempre più insufficiente il contributo che proviene dalle fonti di innovazione tradizionali, quali i grandi fornitori di hardware e software e le società di consulenza direzionale.

A fronte della combinazione dei due fenomeni, ma non solo, ricorrere a fonti di innovazione esterne e non tradizionali appare quindi una leva essenziale, sia per l’evoluzione del business, sia per la sopravvivenza stessa in un contesto competitivo messo sempre più sotto pressione da fenomeni di Digital Disruption.

Relatori

Alessandra Luksch
Ingegnere, ha sviluppato il suo background presso le Direzioni Sistemi Informativi di importanti gruppi multinazionali industriali occupandosi di integrazione dei sistemi e progetti a valenza strategica. Dal 2003 opera presso la School of Management del Politecnico di Milano come ricercatore senior e docente nelle aree dell’Innovazione Digitale e dello Sviluppo Organizzativo.


Andrea Gaschi
Ingegnere informatico, ha collaborato per 10 anni come Ricercatore presso gli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano. Attualmente è Associate Partner di Partners4Innovation, società di Advisory del gruppo Digital360, dove si occupa di supportare le imprese – soprattutto appartenenti ai settori IT e Telco, ma non solo –nell’adozione di modelli di Open innovation che portino a ripensare strategie, offerta, canali di vendita e processi, al fine di rispondere più efficacemente alle esigenze di un mercato in costante evoluzione.