Slides Booklet

Icon

Priorità dell’innovazione digitale per le imprese nel 2016: trend di investimento

110,00 €
+iva

Per accedere a tutte le pubblicazioni abbonati

Informazioni

  • Data 12 febbraio 2016
  • Osservatorio Digital Transformation Academy
  • Lingua Italiano
  • Pagine 44
  • Funzione Sistemi Informativi
  • Tipologia Executive Opinions
  • Numero di download 183

Risponde a...

  • Qual è stato nel 2015 il livello di spesa ICT rispetto al fatturato per le imprese italiane e per i principali settori dell'economia?
  • Quali saranno le risorse a disposizione delle Direzioni ICT nel 2016?
  • In che modo le aziende organizzeranno nel 2016 i propri sforzi tra attività svolte internamente e ricorso all'outsourcing?
  • Verso quali tipologie contrattuali di outsourcing si stanno indirizzando le aziende?
  • Quali saranno le principali aree di investimento nel 2016 per le imprese italiane, per specifico settore e per dimensione aziendale?

Descrizione

In questi ultimi due anni, caratterizzati dal costante calo dei budget ICT, le imprese italiane hanno rincorso il fenomeno della digital disruption. Ci sembra ora di cogliere un approccio più maturo e meno confuso, con la consapevolezza dell'esigenza di un rinnovamento culturale in grado di fornire nuove visioni non solo tecnologiche ma anche di business, per tenere il passo con la velocità e l'imprevedibilità dei fenomeni che caratterizzano la competizione attuale. I primi segnali confortanti ci sono: il rapporto tra budget ICT e fatturato nel 2015 si è assestato al 2,1%, senza variazioni rispetto al 2014, e il 2016 è l'anno che segna la ripresa nei budget ICT anche in Italia, con un + 0,7% di crescita. L'outsourcing si conferma vitale per le imprese italiane: quasi un'impresa su 3 prevede di aumentare il budget in questo campo. Sono le imprese sotto i 10.000 dipendenti a trainare tale incremento, con percentuali superiori al 2%. Le principali aree di investimento sono sei, con peculiarità diverse, a seconda del settore, e delle dimensioni. Al primo posto, anche quest'anno, 'Business Intelligence, Big Data e Analytics', prioritari per il 44% delle imprese. Seconda priorità, con il 40% di risposte, è la Digitalizzazione e dematerializzazione. Terza priorità, evidenziata dal 34% di rispondenti, i Sistemi gestionali ERP, seguita dai Sistemi CRM con il 27%; il Consolidamento applicativo, priorità ancora molto sentita (24%); in discesa rispetto al 2015, Mobile Business al 19%.

Indice

  1. Il budget ICT 2015 delle imprese italiane
  2. Il budget ICT 2016 delle imprese italiane
  3. Il budget ICT in outsourcing delle imprese italiane
  4. Le priorità di investimento ICT nel 2016 per le imprese italiane
  5. Business case