Osservatorio

Icon

Supply Chain Finance

Gruppo di Lavoro

Descrizione

L’Osservatorio Supply Chain Finance della School of Management del Politecnico di Milano nasce nel 2013 per rispondere al crescente interesse di aziende e Pubbliche Amministrazioni verso le opportunità di ottimizzazione del capitale circolante e accesso al credito offerte dalle soluzioni di Supply Chain Finance. Con il termine Supply Chain Finance si identifica un mix di modelli, soluzioni e servizi finalizzati all’ottimizzazione delle prestazioni finanziarie – e, in particolare, al controllo del Capitale Circolante – sfruttando la conoscenza approfondita delle relazioni di Supply Chain. L’obiettivo dell’Osservatorio è generare e condividere conoscenza sul Supply Chain Finance, contribuendo alla diffusione di queste soluzioni nel mercato italiano a beneficio di tutti gli attori, stimolando il confronto e il dialogo attraverso la formazione di una community di C-level.

Attività

Le attività previste dall'Osservatorio per l’edizione 2017-2018 che prenderà il via con il Kick-off del 6 Giugno 2017 sono:

  • Analisi di imprese che adottano soluzioni e/o servizi di Supply Chain Finance, sviluppati attraverso casi di potenziale interesse in Italia e in Europa;
  • Analisi delle imprese che compongono l’“Offerta” di soluzioni e/o servizi di Supply Chain Finance, monitorando i principali attori che operano nel panorama europeo e analizzando i loro Business Model;
  • Analisi delle opportunità generate dal Supply Chain Finance per nuovi attori che si affacciano su questo mercato;
  • Analisi di modelli quantitativi di supporto alla scelta della soluzione ottimale e della valutazione delle opportunità di Supply Chain Finance lungo la filiera;
  • Organizzazione di momenti di incontro a porte chiuse tra Ricercatori, C-level appartenenti all’Advisory Board dell’Osservatorio, Partner e Sponsor in cui impostare e monitorare nel tempo le attività della Ricerca e sviluppare un concreto network tra tutti i soggetti interessati al tema del Supply Chain Finance;
  • Organizzazione di tavoli di lavoro operativi tra Ricercatori, C-level appartenenti all’Advisory Board dell’Osservatorio, Partner e Partner Istituzionali in cui confrontarsi e lavorare operativamente in modo congiunto su temi chiave del Supply Chain Finance;
  • Organizzazione di momenti di condivisione internazionale, tra Ricercatori, C-level appartenenti all’Advisory Board dell’Osservatorio, Partner e Sponsor;
  • Organizzazione di un Convegno Pubblico di presentazione dei risultati della Ricerca, in cui verranno coinvolti ospiti di spicco e i C-Level dell’Advisory Board dell’Osservatorio.

 

L’Osservatorio è anche parte dell’International Supply Chain Finance Community (www.scfcommunity.com), un’organizzazione che crea e condivide conoscenza sul concetto di Supply Chain Finance, sviluppando attività, progetti e iniziative a supporto della disseminazione e dell’implementazione delle diverse soluzioni principalmente a livello europeo.

 

OBIETTIVI

 

RICERCA
Sviluppare analisi e ricerche che aiutino imprese, della Domanda e dell’Offerta, e PA italiane a leggere criticamente il fenomeno del Supply Chain Finance (ambiti applicativi, tecnologie, benchmark internazionale, catena del valore, analisi delle aziende utenti, normativa, ecc.);

 

COMMUNITY
Creare occasioni di incontro e confronto tra i principali attori che compongono questo mercato e l’Advisory Board dell’Osservatorio.
Partecipazione alle attività dell’International Supply Chain Finance Community;

 

COMUNICAZIONE
Creare cultura e diffondere la conoscenza sul concetto e sulle soluzioni di Supply Chain Finance presso aziende del settore e potenziali utenti (organizzazioni pubbliche e private);

 

FORMAZIONE
Aspetti tecnico-normativi legati al mondo del Supply Chain Finance.
Struttura, relazioni e caratteristiche di alcune specifiche Supply Chain.

Ricerca

La Ricerca 2017-2018, in coerenza con l’obiettivo di generare e condividere conoscenza sul Supply Chain Finance contribuendo alla diffusione di queste soluzioni nel mercato italiano, a beneficio di tutti gli attori, si articola sui seguenti quattro principali filoni.

 

Il mercato del Supply Chain Finance:

  • Quantificare il mercato del Supply Chain Finance a livello italiano
  • Confrontare il mercato del Supply Chain Finance italiano con i principali mercati europei;
  • Identificare i principali modelli di business per l’implementazione delle soluzioni di Supply Chain Finance;
  • Identificare le opportunità per le soluzioni innovative (Inventory Finance, Purchase Order Finance, Vendor Finance, etc.).

 

Il ruolo dei nuovi attori:

  • Identificare le principali start-up in ambito Supply Chain Finance sia a livello nazionale sia internazionale;
  • Identificare il mercato delle Fintech in ambito Supply Chain Finance sia a livello nazionale sia internazionale;
  • Identificare le opportunità del Supply Chain Finance e i modello di business per nuovi attori: Logistics Service Providers e Assicurazioni del Credito.

 

La valutazione del merito creditizio:

  • Studiare un modello integrato di merito creditizio che includa anche la prospettiva di filiera oltre alla prospettiva finanziaria;
  • Identificare le opportunità di implementazione di una piattaforma di condivisione dei dati;
  • Identificare i benefici sia lato fornitori sia lato credit manager;
  • Valutare modalità di valutazione del rischio più puntuali e accurate;
  • Approfondire il contributo dei big data alla valutazione del merito creditizio.

 

La creazione di un modello di scelta:

  • Sviluppare metodi e strumenti per analizzare le supply chain dal punto di vista finanziario;
  • Costruire modelli di scelta che permettano di comparare diverse soluzioni di Supply Chain Finance
  • Supportare le imprese nella selezione della soluzione di Supply Chain Finance più adeguata, dato il profilo di costi e benefici.

 

Accanto a questi filoni centrali, verranno affrontati anche quattro macro-temi trasversali:

 

Vertical settoriale: Pubblica Amministrazione

  • Identificare le opportunità del Supply Chain Finance per il mondo della Pubblica Amministrazione;
  • Identificare le soluzioni più adeguate per il mondo della PA.

 

Applicazione PMI

  • Identificare le opportunità del Supply Chain Finance per le PMI;
  • Identificare le soluzioni più adeguate per le PMI.

 

Gestione a livello internazionale

  • Confrontare le soluzioni adottate a livello italiano con quelle adottate a livello internazionale;
  • Capire l’implementazione a livello italiano di opportunità già consolidate a livello internazionale.

 

Tecnologia per il SCF: fattore abilitante o componente strategica?

  • Identificare le opportunità di nuove tecnologie per il mondo del Supply Chain Finance (Big Data, API, Blockchain, etc.).

 

Un elemento distintivo dell’Osservatorio Supply Chain Finance è l’Advisory Board: una Community di Manager di imprese produttive/distributive di diversa estrazione (Finanza, Logistica & Supply Chain, Acquisti e ICT) che discute e commenta i contributi condivisi dal Team di Ricerca e si confronta mettendo a fattor comune le proprie esperienze maturate quotidianamente sul campo. La Community di C-level di questa nuova edizione è ancora in fase definizione. La scorsa era composta da:

  • Stefano Ciotti, Credit Manager – Acmi
  • Stefano Ziliani, Group Procurement Director – Ariston Thermo
  • Stefano Marchi, Direttore Operativo – Artoni Trasporti
  • Paolo Alfieri, Group Administrative Services Vice President – Barilla GeR Fratelli Società per Azioni
  • Mario Bianchi, Head of Credit Management – BASF
  • Marco Rettondini, Responsabile Acquisti – Bticino
  • Roberto Cecchia, Supply Chain Director – Carglass
  • Tiziano Depaoli, Responsabile Finanza e Assicurazioni – Carrefour
  • Claudio Motta, Responsabile Servizi Finanziari Fornitori – Carrefour
  • Lorenzo Borgi, Direttore della Logistica - CLO Servizi Logistici
  • Alberto Marchesi, Stores Operations Manager – Cromology Italia
  • Michele Gargano, Finance & Supply Chain Director – EuroChem Agro
  • Maria Silvestri, Credit Manager – FHP di R. Freudenberg
  • Salvatore Schito, CFO Italia, Frinsa del Noroeste SA
  • Stefano Mazzola, Group Purchasing Director – Gefran
  • Matteo Grigolli, Global Planning & Logistic Manager – Gruppo Campari
  • Valentina Gatto, Sales Administration Manager, H3G
  • Cristian Morelli, Supply Chain Manager, Havi Logistics
  • Francesca Bucci, FP-Regional Processes & Operation Responsible WE, Head RPO Cluster Italy San Marino Greece and Cyprus - Henkel
  • Fabrizio Pallini, Head of Credit - Hilti
  • Elisabetta Rosso, Team Leader Ufficio Gestione Credito – Hilti
  • Giovanni D’Addio, Team Leader Procurement & Planning - Hugo Boss
  • Andrea Redaelli, Principle Corporate Project and Portfolio Management – Hugo Boss
  • Michele Riganti, Head of Accounting & Administration – Hugo Boss
  • Andrea Colzani, Distribution Operations Manager – IKEA Distribution Services South Europe
  • Lorenzo Mariani, Credit Manager – ILLVA Saronno Holding
  • Ettore Campus, Owner – Impresa F.lli Campus
  • Luca Corrieri, Risk Manager – Industrie Cartarie Tronchetti
  • Alessandro Galli, Supply Chain Director – Industrie Saleri Italo
  • Carlo Pedotti, Responsabile Logistica Distributiva, LEDVANCE
  • Daniela Trentini, Sales Controlling – LEDVANCE
  • Stefano Piovan, Supply Chain Director – LG Electronics Italia
  • Alberto Roncallo, Credit & Customer Accounting Manager – Lindt & Sprungli Italy
  • Andrea Buralli, Group Operations Sourcing Director – Luxottica
  • Antonio Guido Gasparini, Credit Manager – Marzotto
  • Raimondo Testa, CFO – Number1
  • Michele Pochettino, Director Commercial Operations – Otsuka Pharmaceutical Italy
  • Laura Albuzzi, Credit Manager – Red Bull
  • Walter Coletta, Senior VP Supply Chain – Rhiag Group
  • Paolo Fontana, Credit & Risk Senior Manager – Samsung Electr. Italia
  • Anna Selmi, Credit Manager – Stock Italia
  • Fausto Fedrighini, Global Sourcing & Purchasing Railway Division – TESMEC
  • Michelangelo Bottesini, Supply Chain Director - WindTre

Infografica

Infographics 1
Infografica 23.03.2017

Supply Chain Finance: il domani è già qui!

Osservatorio Supply Chain Finance

Comunicato stampa

23.03.2017

Il Credito Di Filiera In Italia Vale 559 Mld Di Euro, Ma Oggi È Servito Solo Il 26%

In Italia si attendono in media 78 giorni per l'incasso dei crediti commerciali, 137 per il pagamento dei debiti. Il Supply Chain Finance ha un mercato potenziale enorme ancora da sfruttare per il fin...

Executive Briefing

17.05.2017

L’impatto della Brexit sul Supply Chain Finance

Osservatorio Supply Chain Finance

Opportunità Sponsorship

Oltre 300 Aziende ogni anno scelgono di partecipare alle attività degli Osservatori Digital Innovation, entrando in contatto diretto con i decision maker del mondo aziendale, istituzionale ed accademico

Contattaci

Sostenitori

Partner & Sponsor di questa nuova edizione sono in fase di definizione. L'edizione 2016-2017 dell'Osservatorio Supply Chain Finance è stata realizzata con il supporto di American Express, Banca Farmafactoring, Banca Sella, Cerved, CRIBIS D&B, FS2A, Groupama Asset Management SGR, Gruppo BPER, Niuma, TESISQUARE®, The AvantGarde Group, Thomson Reuters; Banca IFIS Impresa, BNL Gruppo BNP Paribas, Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, Exprivia, HSBC, Intesa, METEL; ACMI, ADACI, Assifact, Assolombarda, Confindustria Bergamo, Sistema Moda Italia.

 

Se si desidera avere maggiori informazioni sul Kick-off e/o sulla possibilità di collaborare e supportare le ricerche dell'Osservatorio Supply Chain Finance, contattare l’Ing. Claudia Cervatti (email: claudia.cervatti@polimi.it).

 

  linkedIn  twitter 

 

PARTNER ISTITUZIONALI: