Business Case

Icon

L'approccio strategico e l'offerta di servizi mobile advertising di Fiat Chrysler Automobiles

FREE

Per scaricare il business case registrati al sito

Informazioni

  • Data 13 ottobre 2014
  • Osservatorio Mobile B2c Strategy
  • Lingua Italiano
  • Funzione Marketing/Vendite/Comunicazione Sistemi Informativi
  • Numero di download 3
  • Azienda Fiat Chrysler Automobiles

Soluzione implementata

  • Implementazione di Mobile site e App proprietarie per i vari Brand del Gruppo
  • Realizzazione di diverse campagne di advertising con differenziazione degli strumenti utilizzati sulla base degli specifici obiettivi

Descrizione

L'esigenza di una strategia multicanale ha spinto Fiat Chrysler Automobiles a implementare il Mobile site e le App proprietarie per i vari Brand del Gruppo, oltre a realizzare diverse campagne di advertising con differenziazione degli strumenti utilizzati sulla base degli specifici obiettivi. Il Mobile consente vantaggi fondamentali rispetto agli altri media grazie alle possibilità di geo-localizzazione, partnership con editori, utilizzo di formati innovativi, collegare l'off- e l'online nonchè attivare meccaniche importanti al lancio del prodotto.

Benefici

  • Gli Asset Mobile proprietari consentono all’azienda di fornire benefici in ottica di servizio al cliente, migliorando la customer experience
  • La realizzazione di campagne di advertising hanno generato benefici in termini di awareness, lead generation e drive to store

Scopri anche...

Report Icon
Report: 27.03.2017

L’innovazione digitale nei musei italiani: studi di caso

Il digitale sta diventando anche per le istituzioni culturali italiane una risorsa fondamentale sia per operare in maniera più efficiente sia per creare valore per gli stakeholder. (...)

Webinar Icon
Webinar: 30.03.2017

Digital Payment R-evolution: tutte le novità che cambieranno i pagamenti in Italia

Approfondire e confrontarsi sulle novità più rilevanti del 2016 in ambito Mobile Payment & Commerce e, più in generale, dei Pagamenti Digitali. È questo (...)

Abbonati