Report

Icon

Internet of Things per la Smart Home: cresce l’offerta, si moltiplicano i canali per raggiungere il consumatore

110,00 €
+iva

Per accedere a tutte le pubblicazioni abbonati

Informazioni

  • Data 06 aprile 2017
  • Osservatorio Internet of Things
  • Lingua Italiano
  • Pagine 24
  • Tipologia Business Scenario
  • Numero di download 60

Risponde a...

  • Il valore del mercato Smart Home in Italia;
  • Il ruolo giocato dalle startup Smart Home nel processo di innovazione;
  • Le principali evoluzioni dello scenario competitivo in Italia e all'estero e il ruolo giocato dagli OTT (Over-The-Top);
  • L'evoluzione dei canali tradizionali (es. distributori, installatori) e di quelli più moderni (es. assicurazioni, eRetailer);
  • La prospettiva dei consumatori e l'interesse verso prodotti e servizi IoT per la casa;
  • Le strategie di valorizzazione dei dati e la loro trasformazione in conoscenza e opportunità di business;
  • L'impatto di tematiche quali normativa, privacy e Cyber Security sul futuro della casa connessa.

Descrizione

Nel corso del 2016 il mercato delle soluzioni Internet of Things per la Smart Home in Italia è cresciuto bene, anche se è ancora lontano dalle aspettative – forse troppo alte – di qualche anno fa. Al di là del valore delle vendite, però, a renderci ottimisti sono le novità osservate negli ultimi 12 mesi: lo sviluppo di grandi partnership e alleanze, l’affermarsi di nuovi canali di vendita, il lancio sul mercato di nuovi prodotti e servizi, la messa a fuoco della strategia di alcuni grandi Over-The-Top (OTT), Google e Amazon in primis.

Parallelamente, si stanno moltiplicano i punti di contatto tra l’offerta Smart Home e i consumatori italiani: nascono aree dedicate nei negozi di elettronica e sezioni Smart Home nei siti online di alcuni eRetailer, si riscontra una discreta diffusione nei negozi del fai-da-te e si assiste al lancio delle prime proposte nel mondo della Grande Distribuzione Organizzata (GDO). Oltre a ciò, utility e telco hanno iniziato a promuovere soluzioni Smart Home, potendo fare leva sulla presenza di reti di vendita distribuite in modo capillare sul territorio e sulla possibilità di dilazionare il costo dei dispositivi direttamente in bolletta.

L’Internet of Things sta quindi iniziando a entrare nelle nostre case, ma per spalancare la porta all’innovazione è importante lavorare di più sull’offerta, percepita come ancora troppo immatura dai consumatori italiani.

Sviluppare l’offerta vuol dire però anche lavorare sui “servizi”, spesso abilitati dai dati messi a disposizione dagli oggetti connessi presenti nelle nostre case, che però portano con sé una crescente attenzione su tematiche di Privacy e Cyber Security, affrontate anche dagli enti regolatori.

Indice

  1. Il mercato della Smart Home
  2. L'importanza dei dati generati dalla Smart Home
  3. L'evoluzione dei canali di vendita
  4. La prospettiva del consumatore