Report

Icon

I contratti: un limite allo sviluppo dei servizi Cloud?

110,00 €
+iva

Per accedere a tutte le pubblicazioni abbonati

Informazioni

  • Data 19 settembre 2014
  • Osservatorio Cloud & ICT as a Service
  • Lingua Italiano
  • Pagine 16
  • Funzione Sistemi Informativi
  • Tipologia Legal Insight
  • Numero di download 13

Risponde a...

  • Come incidono sull'adozione del Cloud gli aspetti normativi e di compliance?
  • Qual è il livello di trasparenza dei siti dei Cloud provider?
  • Quali sono gli elementi su cui porre attenzione alla stipula di un contratto Cloud?

Descrizione

Il mercato Cloud delle PMI rappresenta il 7% del mercato Cloud italiano. Esso, seppur, ancora piccolo in termini assoluti, si presenta dinamico, con tassi di crescita interessanti, più robusti rispetto ai dati delle grandi imprese. Ciò, unito al fatto che la filiera Cloud è in profondo cambiamento dovuto alla nascita di nuove opportunità per gli attori dell'offerta e di startup, fa sì che diventi sempre più importante la relazione cliente-fornitore, che deve essere facilitata da condizioni contrattuali chiare e trasparenti. Tuttavia, non è ancora chiaro se e in che misura i contenuti degli accordi aventi ad oggetto l'erogazione di un servizio Cloud incidano effettivamente sulla scelta del fornitore o del servizio e, in ultima analisi, costituiscano un freno all'adozione di tali soluzioni nell'ambito del vasto panorama delle imprese italiane di piccole e medie dimensioni. Il Report si propone di approfondire una delle barriere principali all'adozione del Cloud, attraverso l'analisi di come il livello di complessità contrattuale e il grado di trasparenza sui siti incidano sull'adozione del Cloud, e l'identificazione degli elementi abilitanti e inibitori del mercato Cloud.

Indice

  1. Il fenomeno Cloud nelle PMI
  2. La complessità dei contratti Cloud
  3. Il livello di trasparenza dei siti dei Cloud Provider
  4. Le clausole contrattuali